Memorie del cartellino

Published by Electronic, Ambient, Experimental

0
  • 1 credits

MEMORIE DEL CARTELLINO (2008) Cos'è quest'ansia di accomodamento la libertà non è accomodamento ma come si vive davvero in questo territorio di mezzo tra la rinuncia e l' azione del gesto Juncker Jorg abolì il purgatorio 1300 anni di cattiva coscienza del popolo in fuga da Roma mi disse l’ Europa sta cambiando un'onda libertaria "la trionferà" . (fortuna che ho una faccia che dissuade ogni confidenza è il mio indennizzo al pettegolezzo) Tu che dalla mia polvere sei orientato un tempo si che ti obbedivo passante di riferimento è una vita che sospendo il mio giudizio per star bene anche con te ma lucidavo le mie armi di nascosto. A che servono gli allenamenti verbali dire "no" allo specchio senza riproporlo alla gente quando nessun rito di passaggio è da scontare e il ricorso al buon senso esaurisce ogni mutamento. (Il mio profilo basso era cautamente calcolato per sparire all'occasione nell'anonimato). Ma tutta l'energia accumulata nelle giornate che tu chiami a carica positiva evapora alle prime ore di lavoro ben pagate accanto all'illusione che è la routine a produrre subordinazione. Non ci sono periodi spartiacque, non c’è portiere che impedisca una qualsivoglia via di fuga c’è solo la rabbia disciolta in usi civili e un lento rimandare ad anni lì a venire. --------------------------- musica di Valerio Incerto violino: Elena D'Angelo pianoforte: Massimiliano Di Landro #audio #Classical

  • Comments (0)
  • Share/Embed
Other Projects:
    uniE603 NASCERE DA UN BATTITO DI CIGLIA
    uniE603 MOSTRA DI FRIDA KAHLO, ALLE SCUDERIE DEL QUIRINALE
    uniE603 LA BUONA FIRMA
    uniE603 LA LINEA DI URIEN
    uniE603 Itinerari per perdersi